Cesare, il bottegaio e il confessore “moderno”

Intestazione2.png

LaConfessione.jpg

(BESTI.IT)

CONFESSORE: qualcos’altro, fratello?

BOTTEGAIO: non saprei…

CONFESSORE: sei fedele a tua moglie, la rispetti?

BOTTEGAIO: non trovo il tempo per mia moglie, figuriamoci addirittura per un’amante!

CONFESSORE: e le tasse le paghi, lo fai il tuo dovere di onesto cittadino?

BOTTEGAIO: e che è ’sta novità? Mò i peccati mortali so’ otto, ci sta pure l’evasione fiscale?

CONFESSORE: la chiesa si è evoluta, si è aggiornata…

BOTTEGAIO: e proprio adesso si è aggiornata! Che ogni cento euro che mi entrano in tasca settanta se ne vanno di tasse?

CONFESSORE: figliolo, Gesù è stato chiaro: “Date a Cesare quello che è di Cesare…”

BOTTEGAIO: io glielo darei pure, ma ’sti farabutti pretendono quello che è di Cesare, di Marcantonio e pure di Cleopatra!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...