Indovinala grillo 4

Intestazione2.png

Unknown.jpeg

Qual’è l’accia più rapace? L’aquila di Confindustria

Altra ” elemosina-performance” di Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria. Stavolta a Digithon, manifestazione sull’innovazione tenutasi a Bisceglie. Si parte con roboanti auspici e consuete “lisciate di pelo”, tipo “Il Sud deve diventare la grande rinascita della questione industriale”. Quanto alle soluzioni proposte, ahimè!

1 – Si comincia con indicare “l’uso intelligente dei fondi strutturali”, cioè di quei fondi ottenuti tassando tutti i cittadini, imprenditori e non imprenditori, per poi (detratte le spese per i burocrati che fanno funzionare il carrozzone) agevolare solo alcuni imprenditori, contro ogni logica di sana concorrenza.

2 – Il nostro valoroso eroe (con i soldi degli altri) ha poi proposto agevolazioni contributive per i nuovi assunti a tempo indeterminato. Quindi il povero imprenditore che fatica a restare sul mercato ora dovrebbe essere costretto anche a subire l’imprevedibile concorrenza di una schiera di imprenditori-assistiti che la mano d’opera la pagano molto meno!

3 –  La perla finale: “Non c’è dicotomia (cioè contrasto, ma dicotomia fa più chic), tra imprese e famiglie: i giovani sono i figli delle famiglie”. Appunto: di quelle stesse famiglie che con le loro tasse sarebbero costrette a finanziare le brillanti idee di Vincenzo Boccia.

Mannaggia! Non hanno pensato all’età!

 

intestazione2.png

 

La litania dei provvedimenti per il Mezzogiorno si è arricchita di un’altra giaculatoria: “Misure per la valorizzazione delle terre abbandonate”. Innanzitutto queste terre andranno incluse in una banca dati. Chi vorrà “valorizzare” una terra abbandonata dovrà adempiere a vari adempimenti burocratici, tra cui la presentazione a lorburocrati del Comune (notoriamente competentissimi ed incorruttibili) del solito “progetto”. Attenzione! Bisogna avere dai 18 ai 40 anni!

Quindi: la banca dati delle terre abbandonate e lorburocrati che esaminano i progetti vengono pagati da tutti  i cittadini, compresi quelli che hanno più di 40 anni e non sono meridionali. Chi ha più di quarant’anni di età (o volesse valorizzare un terreno abbandonato dell’Italia centrale o settentrionale) per legge è considerato inadatto a diventare imprenditore agricolo. Sono andato a rileggere l’articolo 3 della Costituzione, che è la legge italiana più importante: Tutti i cittadini… bla bla bla… sono eguali… bla bla bla.. senza distinzione di sesso… razza… lingua… religione… opinioni politiche… condizioni personali e sociali… e basta. Mannaggia, all’età non c’hanno pensato! Quanto ai terreni, nessuna legge dice che sono tutti uguali.

Bertoldo e il dr. De Bertoldis

 

intestazione2.png

Il Re, per non disubbidire alla legge che lui stesso aveva fatto, preferì risparmiare la vita a Bertoldo. Ma da quel giorno la legge cambiò e a nessun impiccato fu consentito di scegliere da quale pianta pendere.

Il dottor De Bertoldis, furbo commercialista, trovò il sistema di far pagare meno tasse a un commerciante, senza infrangere le leggi, ma applicandole abilmente. L’Agenzia delle Entrate, noncurante di quelle stesse leggi, fece condannare il commerciante per “elusione fiscale” e “abuso del diritto”. E lo Stato non si preoccupò nemmeno di cambiare quelle leggi: tanto le poteva interpretare a proprio uso e consumo.

Fate i Buoni… se potete

 

intestazione2.png

La legge li obbligò a pagare…

Poi le colt sostituirono la legge!

Se stavolta il rendimento non sarà quello promesso, non pensate di fare causa. La pubblicità correttamente vi aveva messo in guardia: garantisce lo Stato Italiano!

Ti piace vincere facile? 9

 

intestazione2.png

IMG_1834.JPG

(fuoriradio)

Indovinare quale notizia è vera:

1) A partire dal mese di luglio, multe, contributi e tasse pretese (a torto o a ragione) dal Fisco e non pagate potranno essere prelevate direttamente dall’Agenzia Entrate dal conto dal conto corrente del contribuente, senza nemmeno doversi rivolgere al giudice.

2) A partire dalle prossime elezioni, gli eletti ai consigli comunali, regionali, etc. etc. dovranno rendere pubblici conti correnti bancari e proprietà. Ad esempio, se a fine mandato i debiti di quel comune saranno aumentati di una somma x, Equitalia potrà prelevare direttamente quella somma dai conti correnti (o espropriare le case) di quei consiglieri comunali. Se i soldi ricavati non bastano, subentra una garanzia in bund tedeschi (dello Stato Italiano non si fida più nessuno)

Unghiata al vetriolo di TB 15

Intestazione2.png

Bei tempi di Obama

Post0101-UnghiataAlVetrioloDiTB15(BeiTempiDiObama)

Io, Zeus onnipotente, signore supremo del clima dell’universo, ho deciso: so’ finiti i tempi belli! *

* Tra il 2008 e il 2013 il governo Usa ha speso 77 miliardi di dollari (dei contribuenti) per il clima, di cui circa 50 miliardi per ricerca e allo sviluppo delle nuove tecnologie. Tra i beneficiari Tesla e General Electric.

 

Egli appartiene alla legge


intestazione2.png

Post0100-Egli appartiene alla legge.png

Hai sentito l’ultima? Il Ministro dei Beni Culturali, l’avvocato Dario Franceschini, aveva nominato venti nuovi direttori di museo e i giudici del TAR gliene hanno bocciati cinque!

E meno male che è avvocato!

Voglio proprio vedere adesso come la mette nome!

Tutto regolare! Il suo partito, per sanare subito quest’inguacchio, ha presentato tipo una leggina, un piccolo decreto…

Un decretino!

Potendo scegliere…

intestazione2.png

Post0099-PrivatizzazioneSelvaggia.jpg(Il napoletano)

Hai sentito l’ultima? Il Ministro dei Beni Culturali, l’avvocato Dario Franceschini, aveva nominato venti nuovi direttori di museo e i giudici del TAR gliene hanno bocciati cinque!

E meno male che è avvocato!

E dai, quindici su venti mi sembra un buon risultato: ai miei tempi al compito di matematica ci prendevo sette e mezzo!

E invece al governo ci sono rimasti male, qualcuno addirittura ha detto “Aboliamo i TAR!”

Veramente, per la figuraccia che abbiamo fatto all’estero, dall’opposizione qualcuno suggeriva che è il momento buono per liberarsi di Franceschini!

Ma in tutto questo bailamme, tu che faresti?

Beh, potendo scegliere… spazzare via i TAR e Franceschini!

Privatizzazione selvaggia

 

intestazione2.png

Post0099-PrivatizzazioneSelvaggia.jpg(Il napoletano)

Hai sentito l’ultima? Il Ministro dei Beni Culturali, l’avvocato Dario Franceschini, aveva nominato venti nuovi direttori di museo e i giudici del TAR gliene hanno bocciati cinque!

E meno male che è avvocato!

Lui se l’è presa con quei giudici cavillosi!

Non saprei. L’Associazione dei giudici ha replicato papèle papèle che “è assurdo prendersela con i Tar, il problema sono le norme scritte male e i concorsi fatti peggio.”

E allora ho ragione io e non dire che ripeto sempre le stesse cose: mettiamo all’asta tutti i musei, il proprietario sceglie lui il direttore e se sbaglia ci rimette lui e non il contribuente!

Ehhhhhh, ma tutto questo in gran parte è stato già realizzato!

???????????

Franceschini ha nominato i direttori come se i musei fossero una sua proprietà privata!

Ma perché prima hai detto “in gran parte”?

Perché se sbaglia non paga lui, ma il contribuente!

Il bastardo di Pizzofalcone

intestazione2.png

 

Post0097-IlBastardoDiPizzofalcone.jpeg

…A proposito, lo sai che mia figlia…

Quella che c’ha il negozio a Pizzofalcone?

Appunto, si è decisa e ha comprato il locale, per centomila euro. Un po’ col mutuo, un po’ l’ho aiutata io…

E brava, mi fa piacere. Se pensi che è entrata come commessa e oggi è proprietaria… Sarai contento!

Contento un corno!

E dai, i sacrifici se non si fanno per i figli…

Ma no, non è per i soldi!

???????

E’ che per comprare queste quattro pietre è stata costretta a pagare un pizzo di novemila e duecento euro, altrimenti il notaio l’atto non lo faceva… ma che dico, manco le carte si prendeva la briga…

Ma che stai dicendo, quale camorrista ti estorcerebbe un pizzo di novemila e duecento euro? Come se una batttona chiedesse centoventidue euro! E poi non ci credo proprio, un camorrista, sotto lo studio del notaio…

Ma qua’camorrista del cavolo! ’Sti soldi me li ha chiesti il notaio  solo per le tasse… e sono ancora in debito per pagargli il lavoro!

Ohi anema, che bastardo!

E va be’, ma il notaio che c’entra?

Ma no, intendevo il fisco, t’ha tirato ‘sta legnata!

Sempre che non mi manda a chiamare perché secondo lui centomila euro è un prezzo troppo basso! Secondo me, se per convincere il proprietario a vendere dovevo mandargli un camorrista, a disobbligarmi mi costava di meno!

E comunque non erano soldi buttati per niente!