Non ho l’età per armarmi

Il soldato è un mestiere come un altro: non si vede per quali motivo  dovrebbero essere fissati limiti anagrafici diversi da quelli delle altre attività lavorative. Grande Madre Russia non si è lasciata sfuggire la parte di primadonna sul palcoscenico della libertà. Gli ultraquarantenni potranno regolarmente chiedere di arruolarsi nell’esercito e non farsi scappare l’occasione di combattere (pardon, di operare) in Ucraina. Prima valevano i limiti tra i diciotto e i quarant’anni anni per i cittadini russi, tra i diciotto e i trenta per gli stranieri. In Italia, invece, vige un variegato ventaglio di rigorosi limiti di età per arruolarsi nelle forze armate. Oltrepassati i quali, se proprio vuoi farti del male, al massimo puoi pagare le tasse.

Premio Pulitzer per lo spreco

Il premio Pulitzer del 13 giugno tocca a Maurizio Caprino del solito Sole 24 Ore (Confindustria sempre sia lodata). Una panoramica interessantissima su come gli italici comuni, specie d’estate, si arrabattano per rinsanguare le agonizzanti casse municipali con multe a danno di automobilisti troppo veloci (autovelox) o male stanzianti (divieto di sosta): in pratica, una tassa di passaggio. Non proprio da Pulitzer la soluzione proposta: un serio piano di riqualificazione e di… rimpolpamento degli organi di vigilanza.