La ritirata di Draghi

Le principali banche centrali, dal 2007 in poi, hanno stampato  ventiseimila miliardi di dollari, per comprare titoli di Stato utili a finanziare l’allegro debito dei politici (helicopter money): moneta buona presa in prestito dai cittadini che i Governi restituiranno ai cittadini stessi con moneta cattiva (danaro inflazionato), come ben sa chiunque si è trovato a dover estinguere un mutuo. Ora bisogna impedire che anche tutti gli altri buoi fuggano e i cattivi guardiani disperatamente cercano di chiudere le porte della stalla (ritirare questa liquidità in eccesso).Per Mario Draghi, un tempo osannato stampatore e al momento prestigioso beneficiario di questa velenosa manna, niente più ricreazione: è finita l’epoca del danaro facile, è arrivata l’ora della ritirata, chiosa implacabile il Sole 24 Ore (stavolta davvero illuminante).