La prova generale

Nel conflitto russo-ucraino (tra i governi, i popoli se ne stracatafottono) la Cina (e qui direi popolo e governo) ha mantenuto un inquietante silenzio. E se fosse un prova generale di qualcos’altro? (Si chiede Gaetano Masciullo, Marca di confine, pag.45). La Cina potrebbe aver dato il suo placet all’invasione ucraina per capire a che tipo di reazione internazionale possa andare incontro con l’annessione di Taiwan e repressione di Hong Kong. Intanto emergono dati alquanto preoccupanti sull’andamento dell’economia cinese: giù produzione e vendite. La prova generale è riuscita in pieno, non è stato nemmeno necessario aspettare le sanzioni.