Arrosto, pietà


(Mario Airaghi)

Interventi di superMario Draghi a Barcellona per la cerimonia del premio al “Cercle d’Economia” e al Foro di dialogo italo-spagnolo: ascoltati, come racconta il politically very correct inviato del Sole 24 Ore (Confindustria sempre sia lodata) in religioso silenzio. Niente di nuovo sul fronte occidentale: “È necessario mantenere ancora una politica monetaria e fiscale espansiva…Abbiamo protetto il lato dell’offerta delle nostre economie e ora dobbiamo fare in modo che la domanda aumenti per raggiungere tali livelli di offerta”. Tradotto per la sempre vigile casalinga di Voghera: Abbiamo falsato il naturale corso dell’economia inducendo gli imprenditori ad investire per produrre beni di cui non c’era domanda, ora dobbiamo indurre i consumatori ad acquistare, a costo di indurli ad indebitarsi o a rinunciare a risparmiare. Non manca (Ahi, ahi ahi!) qualche portata di aria fritta: rafforzare la coesione sociale… tenere sotto controllo un’inflazione in risalita… ripresa equa e sostenibile… etc. etc. Caro superMario, almeno tu abbi pietà: basta frittura! Dacci un po’ di arrosto, possibilmente senza fare troppo fumo!