Chello ch’è stato è stato (pensione di fame… doppia)

Succede a Napoli (e non solo): nonno, in cambio della sua misera pensione, viene accolto in casa dal nipote, poi rimasto disoccupato

(nipote, vetrioloblog – nonno Gabriele Ottaiano)

(nipote)

Nonno caro, vire’e sta’ buono!

N’ c’’a facimmo c’’a pensione!

Quarant’anni hai faticato:

‘Sta  miseria t’hanno dato?

(nonno)

Ne guaglio’, m’hanno fottuti

tutti quanti i contributi:

quei due m’hanno bidonato:

IStato ed INPS c’hanno fregato!

(nipote e nonno)

Chello ch’è stato è stato,

c’azzecca semp’’o Stato.

O è stato propri’’o Stato,

o c’era pur’’o Stato.