Manette agli evasori ed evasori a manetta

IMG_3095.JPG.jpeg

(Dario)

Carlo De Benedetti può vantare: 175 milioni (di lire) ormai passati a condanna definitiva, per evasione fiscale, dovuta ad una “allegra” fusione tra il quotidiano “Repubblica” e la società “Cartiera di Ascoli”; mancata dichiarazione di investimenti in paradisi fiscali per lo yacht “My Aldabra”, battente bandiera panamense; chiedo scusa se ometto qualcosa. Intanto il De Benedetti medesimo, ormai cittadino svizzero, circola indisturbato (si auspicano smentite). Il delinquente comune prima viene messo in galera e poi si vede se è ca…spito di evadere. L’evasore fiscale prima evade e poi ai vede se se è ca….spito di finire in galera.