La parabola del contadino e degli artigiani.

Intestazione2.png

 

altan-parassita.jpg

(Altan)

C’era una volta un piccolo villaggio, dove vivevano un contadino e molti artigiani di vari mestieri. Il contadino con i prodotti della terra riusciva a sfamare la sua famiglia e i compaesani. Purtroppo all’improvviso molti artigiani rimasero senza occupazione, perché la vicina città, dove essi lavoravano, era rimasta semidistrutta da un terremoto. I paeani si riunirono e a maggioranza decisero di espropriare il ricco contadino di una parte della semenza, il cui ricavato fu distribuito agli artigiani, che la vendettero e riuscirono a sopravvivere. Il contadino seminò di meno e raccolse di meno e riuscì a sfamare la propria famiglia e solo pochi compaesani. Gli altri, affamati, convinsero la  maggioranza ad espropriare al contadino di tutto il raccolto e anche quell’anno riuscirono a sfamarsi. L’anno successivo al contadino non era rimasto nemmeno il necessario se stesso e nel villaggio tutti morirono miseramente.

Lo Stato è la grande finzione per mezzo della quale tutti  cercano di vivere alle spalle di tutti gli altri (Frédéric Bastiat, Lo Stato, 1848)  

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...