Tasse e galera

Intestazione2.pngTasseGalera.gif

(Vauro)

L’articolo 53 della Costituzione, che è la legge italiana più importante, dice che “Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”. Ad esempio, Tizio che guadagna dieci euro deve pagare un euro di tasse, Caio  che guadagna venti euro deve pagarne non due, ma tre.

In un articolo su “Il Sole 24 Ore” l’illustre professor Enrico De Mita si dichiara pienamente d’accordo per vari motivi, tra cui uno davvero curioso: la parità di sacrificio. E’ giusto che chi guadagna di più paghi più tasse, perché deve “soffrire” come chi guadagna di meno.

Perfetto. Applichiamo il ragionamento anche al sistema carcerario. Gli omosessuali per punizione in carcere con le donne, le lesbiche con gli uomini, altrimenti sarebbe una pacchia. Riduzioni di pena per i malati di claustrofobia, perché a stare chiusi soffrono di più, ed anche per i masochisti, perché per loro il dolore è una pacchia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...