Il qualunquista, il moralista e il libertario

Intestazione2.png

IMG_7469.jpg

(mò va a vede’ chi è stato!)

Il qualunquista, come sente parlare di alti stipendi pubblici, puntualmente si scandalizza per la palese  ingiustizia. Se poi  “si indigna”, sfascia automobili, vetrine e pure… la grammatica!

Il  moralista presume di sapere perfettamente qual’è il “giusto” importo di uno stipendio pubblico. Se poi “la butta in politica”, è convinto che col suo partito al governo “certi scandali” non succederebbero: basta cambiare “il gestore” e gli stipendi diventano tutti “giusti”.

Per il libertario “la giusta paga” di un lavoro è quella che gli interessati liberamente concordano tra loro: perciò se ne frega se qualcuno decide di corrispondere un lauto stipendio ad un dipendente. Purché lo faccia con i soldi suoi e non con il pubblico danaro (ovvero con i soldi degli altri).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...