Leonardo Sciascia, disoccupazione e produzione

Intestazione2.png

Unknown.jpeg

(Martello)

Nel romanzo di Sciascia “Una storia semplice” un borioso ed ignorante questore per caso incontra il suo vecchio professore di italiano:

  • “Professore, si ricorda di me?”
  • “Certo che mi ricordo”
  • “Nei componimenti d’italiano lei mi assegnava sempre un tre, perché copiavo. Ma una volta mi ha dato un cinque: perché?”
  • “Perché aveva copiato da un autore più intelligente”
  • Il questore scoppiò a ridere: “Ero piuttosto debole in italiano. Ma come vede, non è stato poi un gran guaio: sono qui, questore…”
  • E il professore: “L’italiano non è l’italiano: è il ragionare. Con meno italiano lei sarebbe forse ancora più in alto”.

Il Governo ha commentato i recenti dati ISTAT con sobrio compiacimento (meglio non illudere troppo la gente): la disoccupazione nel secondo trimestre del 2017 scende al 10.9%, il livello minimo rispetto al 2012; la produzione industriale a giugno accelera a +1,1%, +5,3% tendenziale.

Con meno Governo avremmo fatto molto meglio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...