Ma quanto mi costi?

Intestazione2.png

La riforma costituzionale 2001, ideata dal governo Ulivo e regolarmente approvata dal popolo bue, ha introdotto su determinate materie la legislazione concorrente: cioè la stessa situazione può essere regolata o da una legge statale o da una legge regionale (sai che allegria?)

 Il contenzioso Stato-Regioni, con un totale di 1.706 ricorsi a oggi, è diventato così il lavoro principale per i giudici costituzionali, i più pagati al mondo: trentamila euro lordi al mese (360mila l’anno) che salgono a 36mila (432 mila annui) nel caso del presidente. Fino a maggio 2014 arrivavano addirittura a quota 465 mila per i giudici e circa 560 mila per il presidente (in totale circa 7 milioni di euro l’anno). Il tutto accompagnato da auto blu con autista, appartamento a Roma nella foresteria del Palazzo della Consulta o negli edifici circostanti, viaggi nazionali gratis, addirittura il telefono di casa pagato dallo Stato (salvo rinuncia, bontà loro). Per non parlare delle buonuscite da centinaia di migliaia di euro e delle laute pensioni, anche di reversibilità per i familiari (Quotidiano.net). La Corte Costituzionale emette circa 300 sentenze l’anno, quindi per circa sei anni ha “lavorato” per la riforma.  Per un totale di 42 circa  milioni di euro.

Nel frattempo, guarda caso dopo questa disgraziata riforma,  le spese delle Regioni sono aumentate di circa 89 miliardi di euro  (Il Giornale).

(Continua)

Annunci

Un pensiero riguardo “Ma quanto mi costi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...