Il democratico, il liberale e il libertario

 

Se un importuno tocca un democratico lì dove non batte il sole, minimo si becca uno ceffone. E se insiste rischia arresto e condanna; nonché affidamento ai servizi sociali, se emerge che la colpa è della società. Se invece al democratico qualcuno mette le mani in tasca per il bene comune, malvolentieri lui si lascia derubare: Se la maggioranza così ha deciso… 

Se qualcuno tocca un liberale lì dove non batte il sole, questi magari non si scandalizza, ma sicuro lo prega di smettere. E se l’importuno insiste, chiama la polizia. Altra storia se le mani in tasca al liberale ci finiscono  per il bene comune: questi a malincuore lascia fare, lamentandosi che il bene comune per lui è un’altra cosa.

Se qualcuno tocca un libertario lì dove non batte il sole, lui se ne va da qualche altra parte, perché con la polizia non vuole averci a che fare (e poco ci spera). Ma se per il bene comune gli mettono le mani in tasca, fa di tutto per non farsi derubare, ritenendo di agire per legittima difesa. E magari diventa scorretto e violento.

Un pensiero riguardo “Il democratico, il liberale e il libertario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...